Crema capelli al gel di semi di lino.

Ciao a tutti,

oggi vi presento una nuova ricetta per realizzare con le vostre mani un impacco pre shampoo super idratante.

Qualche giorno fa, guardandomi allo specchio, ho notato che i miei capelli erano (notate il verbo “erano”, poi capirete perché) secchi e stopposi, diciamo che sembrava mi fossi messa lo straccio del mocio vileda in testa. Insomma, una cosa non proprio bella da vedere. Certo, il mare e la permanente hanno fatto la loro parte, ma forse è colpa anche del fatto che, come vi ho scritto recentemente, nella mia smania di non buttare via niente, sto continuando a usare dei prodotti non proprio eco-bio. Allora ieri notte ho preso una decisione drastica: staccarmi dal divano, su cui ormai avevo messo radici, e preparare il gel di semi di lino con i semi che comprai qualche mese fa a Valencia e che, ormai, giacevano dimenticati in uno sportello della cucina.

Volendo fare un qualcosa di ancora più nutriente, utilizzando il mio gel come base, ho creato una vera e propria crema, emulsionando il gel con la lecitina di soia e usando come parte grassa del semplice miele e olio d’oliva. E’ venuta fuori una bomba nutriente.

gel semi di lino

Veniamo alla ricetta.

Gli ingredienti sono facilmente reperibili e, una volta acquistati, vi dureranno tantissimo tempo, e sono:

  • semi di lino (io avevo quelli dorati, ma potete usare anche gli altri che vanno anche meglio);
  • miele;
  • olio extra vergine d’oliva;
  • lecitina di soia;
  • acqua;
  • amido di riso o di mais;
  • aroma per dolci.

 

Questi sono gli ingredienti che vi serviranno complessivamente per realizzare tutta la ricetta, volendo però potreste fermarvi al solo gel di semi di lino, che sarebbe comunque un prodotto ottimo.

 

Gel di semi di lino.

 Ingredienti:

  • 30 g semi di lino;
  • Acqua q.b.

 

Preparazione.

Mettete i semi di lino in un pentolino e ricopriteli di acqua, ma senza esagerare. Dovete mettere   solo la quantità di acqua necessaria a coprirli.

Lasciateli in ammollo per qualche ora (io li ho lasciati per 2 ore).

Dopo fateli bollire per circa 4-5 minuti. Deve formarsi una schiumetta biancastra, che in realtà è il gel.

Poggiate un colino su un contenitore, versateci i semi con l’acqua e lasciate scolare per qualche minuto.

Quando vedete che il gel non scende più perché è troppo denso, rimettete i semi nella pentola aggiungendo un po’ d’acqua e fate bollire di nuovo.

Per estrarre la maggior parte del gel dai semi sarà necessario ripetere l’operazione più volte; io l’ho fatto 6 volte. In questo modo il gel vi verrà più liquido e meno viscoso.

Una volta completata l’operazione, prelevate 60 g di gel e mettetelo da parte a riposare. Il resto, se come me non avete nessun tipo di conservante, lo potete mettere in una busta da ghiaccio o in un contenitore sempre per fare il ghiaccio, farlo raffreddare bene fuori dal frigo, e poi metterlo in freezer. In questo modo, quando vi servirà di nuovo dovrete semplicemente scongelarlo e sarà pronto per l’uso.

Potete usare il gel anche al posto della schiuma; basta trasferirlo in un contenitore col dispenser e, volendo, aggiungere un cucchiaino di olio di mandorle dolci per renderlo ancora più nutriente. Se avete i capelli ricci il risultato è garantito. Se notate dei piccoli grumetti bianchi dopo l’asciugatura, vuol dire che avete fatto un gel troppo denso. Ma non è un problema, basta aggiungere un po’ d’acqua e frullare il tutto. Una volta scongelato, il gel durerà per qualche giorno conservato in frigo.

 

Crema nutriente al gel di semi di lino.

 Ingredienti:

  • 60 g gel di semi di lino;
  • 20 g lecitina di soia;
  • 10 g miele;
  • 10 g olio extravergine d’oliva;
  • 4 cucchiaini di amido di riso;
  • 2 gocce di aroma per dolci alla vaniglia (io ho scelto questo ma potete usarne anche degli altri).

 

Preparazione.

Preparate una pentola bassa con dell’acqua e mettetela sul fuoco, possibilmente a fuoco basso. Versate l’olio e il miele in un bicchiere di vetro e versate il gel di semi di lino e la lecitina di soia in un altro bicchiere. Con un cucchiaino iniziate a mescolare la lecitina con il gel e a schiacciare la lecitina sui bordi del bicchiere, in modo tale che si sciolga prima.

Mettete entrambi i bicchieri nella pentola a bagno maria e fateli scaldare. Ricordate di non far mai andare in ebollizione l’olio che potrebbe degenerarsi.

Una volta che si sono riscaldati, uniteli e continuate a mescolare con un cucchiaino. Dopodiché frullateli insieme con un robot da cucina; io ho usato il bimbi. Sono necessari solo alcuni colpetti, quindi pochi secondi a velocità non superiore a 4.

La lecitina a questo punto non si sarà ancora sciolta completamente, quindi rimettete il composto a bagnomaria e poi frullate di nuovo.

Siccome non dovevo usare la maschera subito, l’ho messa in frigorifero, coprendola con un pezzo di carta stagnola, e l’ho usata il giorno dopo.

Prima di usarla ho apportato alcuni accorgimenti. Primo fra tutti, ho aggiunto 4 cucchiaini di amido di riso per rendere il composto più denso, ho aggiunto anche un cucchiaino di miele e due gocce di aroma per dolci alla vaniglia per correggere l’odore non proprio piacevole della lecitina di soia.

E’ venuta fuori una crema densa al punto giusto, color caramello e dal delizioso profumo di vaniglia, mi veniva voglia di mangiarla!

L’ho applicata sui capelli asciutti e l’ho lasciata riposare per circa 2 ore, poi ho risciacquato normalmente e ho fatto lo shampoo.

Il risultato? I capelli mi stanno ancora ringraziando. Sono diventati morbidi e lucidi, in una parola nutriti.

Vi posterei una bellissima selfie che mi sono scattata, in cui sembro appena uscita da Star Trek, ma ve la risparmio, potrebbero esserci dei bambini vicino a voi!

 

Il messaggio che vorrei che passasse è che non è necessario avere 10000 prodotti in casa per farsi i cosmetici da soli, ma che basta davvero dare un’occhiata alla dispensa per trovare ingredienti sani ed efficaci non solo da mangiare, ma anche per prenderci cura di noi stessi a costi irrisori.

In più questa ricetta ha solo ed esclusivamente ingredienti commestibili, certo non vi consiglierei di mangiarla, dubito abbia un buon sapore!

 

Spero che la facciate e che vi piaccia.

 

A presto

 

One Comment

  1. sar3nton

    Ciao Ciacipiruli, mi sto interessando da poco a questo mondo bio, e questa è stata la prima vera ricetta (elaborata) che ho provato.
    Ho seguito la tua ricetta e le tue misure, avendo tagliato i capelli però me ne è avanzata un pò e l’ho messa in frigo per qualche giorno, quindi ho usato la maschera due volte. Nella prima applicazione ho notato solo una leggera idratazione, non mi sono entusiasmata..ma la seconda applicazione fatta due giorni più tardi è stata brillante! Forse i miei capelli avevano davvero bisogno di questo trattamento per più di una volta, perchè ora sono morbidi, luminosi e anche meno crespi!! Ho voglia di farla più spesso! Grazie mille per i tuoi consigli

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.