Crema viso naturale fai da te “Lentisco ed elicriso”

Ciao a tutti,

scrivere in questo mio piccolo angolo di paradiso è sempre un grande sollievo. Rientro purtroppo da un funerale e volevo a tutti i costi levarmi di dosso questo senso di pesantezza che mi ha accompagnato in queste ultime ore. Ma non voglio annoiarvi con cose così tristi, per cui ho deciso di condividere con voi una ricetta che mi piace tanto e che preparo da un po’ di tempo. Si tratta di una crema viso molto idratante che ricorda i profumi della mia amata Sardegna.

E’ adatta a tutti i tipi di pelle ed a tutti i sessi; per capirci, questa è la crema viso preferita del mio papà, da cui ho ereditato una pelle estremamente secca!

Ingredienti:

FASE A

Acqua 68,9 g

Glicerina 3 g

Xanthan Gum 0,5 g

FASE B

Caprylis 3 g

Olio di argan 1 g

Olio di riso 2 g

Burro di Karitè 1 g

Olivem 1000 5 g

FASE C

Olio di lentisco 2 g

Olio di germe di grano 2 g

Tocoferolo 1 g

Gel di aloe 5 g

Gel di sodio ialuronato (acido ialuronico) 5 g

olio essenziale elicriso 3 gocce

fragranza Monoi 5 gocce

Cosgard 0,6 g

Acido lattico q.b. (circa 2 gocce)

Procedimento illustrato:

Prima di iniziare pulite bene il piano di lavoro e tutti gli strumenti che andrete a utilizzare. Se volete recuperare contenitori di creme finite potete lavarli in lavastoviglie e lasciarli asciugare all’aria.

Poi procedete col pesare tutti gli ingredienti uno alla volta; per questo passaggio avete bisogno di un bilancino di precisione, che trovate tranquillamente online a una decina di euro. (Alla fine del post potete trovare alcuni link utili)

Versate in un bicchiere di vetro (è importante che sia di vetro perché poi andrà scaldato al microonde) la glicerina, versate la gomma xanthana a pioggia e mescolate bene finché la xanthana sarà completamente sciolta.

Poi aggiungete l’acqua e continuate a mescolare finché non si formerà un gel. Mettete da parte e occupatevi della fase b.

Pesate gli oli in un contenitore a parte e scaldateli a bagnomaria affinché si sciolga l’olivem 1000. Mi raccomando non devono mai bollire. Aiutandovi con un cucchiaino, sciogliete bene il tutto. Ci vuole un po’ di pazienza, ma ne vale la pena!

Scaldate anche la fase a al microonde o a bagnomaria. Fate attenzione che non vada in ebollizione, deve solo essere tiepida. Se decidete di scaldarla al microonde il tempo dipenderà dal vostro forno, io, ad esempio, ne ho uno molto antico e ho stabilito che devo tenerla per 50 secondi a 350.

A questo punto versate la fase b nella fase a e frullate con un minipimer finché la crema ecobio non raggiunge la consistenza di una crema pasticcera.

Lasciate raffreddare la crema per una mezzora buona. La sua temperatura deve scendere al di sotto dei 40° affinché il conservante possa funzionare efficacemente. Potete misurare la temperatura sia con un termometro da cucina, oppure col dito.
Aggiungete gli ingredienti della fase c mescolando ogni qual volta aggiungiamo un nuovo ingrediente. Il mio Cosgard puzza un po’ di ospedale, ma l’odore svanisce rapidamente.

Misurate il ph, che deve essere pari a 5.5, e abbassatelo aggiungendo l’acido lattico una goccia alla volta. Per 100 g di crema dovrebbero bastarne 2 gocce, ma è bene misurarlo dopo aver aggiunto ogni goccia.

Per quanto riguarda la profumazione ho scelto l’olio essenziale di elicriso italico di Aroma-Zone e la fragranza Monoi, che si sposano moto bene.

Badate bene che non tutte le fragranze Monoi sono uguali, io preferisco quella di Aroma-Zone, anche se in questa ricetta ho usato quella di Vernile, che ahimè mi ricorda il profumo di una caramella!

A questo punto la crema corpo idratante può essere trasferita nel contenitore finale, preferibilmente di vetro, che potrà essere riciclato in seguito.

La crema viso idratante ecobio “Lentisco ed Elicriso” durerà circa 3 mesi e mezzo. Se la temperatura di casa vostra è molto alta, vi consiglio di conservarla in frigorifero.

La crema si assorbe facilmente e ne basta davvero poca. Naturalmente non esistono cosmetici miracolosi che fanno sparire le rughe con un colpo di bacchetta magica. Esistono però cosmetici ricchi di sostanze attive che a lungo andare possono migliorare l’incarnato, renderlo più idratato e più luminoso. Questa crema fa parte del secondo gruppo!

Mi rendo conto che per farla servano parecchi ingredienti, ma ne vale la pena. Dopo aver fatto un piccolo investimento ve la potrete fare un milione di volte!

Spero che questa ricetta fai da te vi sia piaciuta e se la fate scrivetemelo in un commento.



Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.