Burrocacao fai da te: ricette e consigli utili.

Ciao a tutti,

oggi vi parlerò di un prodotto che utilizziamo spessissimo, il burrocacao. Ci ho messo un’eternità a preparare questo post perché, nonostante la preparazione di un burro cacao possa sembrare semplice, in realtà non lo è affatto. Molti ingredienti che sul corpo fanno meraviglie, sulle labbra danno il peggio di sé; uno di questi, secondo me è il burro di karité, più avanti spiegherò il perché (la rima è assolutamente casuale!!).

In questo post vi racconterò il percorso che ho seguito per arrivare alla formulazione del mio burro cacao preferito di tutti i tempi, spiegandovi anche tutti gli errori commessi nei precedenti esperimenti, in modo tale che non li commettiate anche voi.

TENTATIVO 1.

La prima volta che ho preparato un burro cacao è stato davvero un azzardo perché non avevo né la cera d’api e nemmeno il burro di cacao, ma volevo sperimentare sulla mia pelle, anzi sulle mie labbra, se fosse possibile prepararne uno anche senza questi due ingredienti. La risposta a questa domanda è arrivata subito dopo, quando il mio burrocacao è venuto molliccio e sulle labbra restava molto oleoso. In più avevo messo un po’ di miele che si è depositato senza pietà sul fondo perché, essendo idrosolubile, non si è amalgamato con gli altri ingredienti che invece erano tutti grassi.

In compenso ho azzeccato la fragranza perfetta, ottenuta con qualche goccia di olio essenziale di arancio dolce e qualche goccia di aroma di vaniglia per dolci. Sapeva tantissimo di Natale e mi ricordava tanto il profumo delle scorze d’arancia appese sul caminetto della cucina.

TENTATIVO 2.

La seconda volta che l’ho preparato volevo farlo in stick, quindi ho seguito la ricetta di Lola con l’aggiunta della mia fragranza natalizia:

  • 2 g cera d’api;

  • 2 g burro cacao;

  • 1 g olio di ricino;

  • 1 g vitamina e;

  • 2 gocce olio essenziale arancio dolce;

  • 2 gocce aroma di vaniglia.

In questo caso il burro cacao è venuto fantastico, l’unico inconveniente è che ho fatto bollire troppo a lungo gli stick che volevo riciclare e si sono sciolti come neve al sole, e alla fine ho dovuto mettere tutto in barattolini.

Questa ricetta produce un burro cacao molto duro, adatto per gli stick, ma difficile da prelevare dal barattolino. Bisogna scardarlo bene col dito finché non si scioglie un po’. Sicuramente sarà perfetto per l’estate.

TENTATIVO 3.

Il terzo esperimento prevedeva l’uso del burro di karitè e dell’olio di cocco. L’idea era di fare un balsamo labbra che restasse più morbido. La ricetta mi è venuta in mente aprendo un cassetto del bagno in cui giaceva dimenticato un blush che mi era stato regalato da NeveCosmetics e che, come blush, non mi è mai piaciuto molto perché ha i glitter.

Ed ecco che mi è venuta l’illuminazione di dargli una nuova possibilità e di aggiungerlo al burrocacao da barattolino. Fin qui tutto bene. Il burro cacao è venuto di un bellissimo color fucsia, ma purtroppo la presenza del burro di karitè lo rende oleoso sulle labbra ed è un effetto che non mi piace per niente. Questo non significa che non idrati, però il burro di karitè sulle labbra mi dà sempre la sensazione che resti in superficie e che non arrivi in profondità. Questo succede perché ha un punto di fusione molto basso, quindi a contatto col calore delle labbra si scioglie velocemente e diventa olio. Per quanto riguarda il colore, probabilmente avrei dovuto metterne almeno 1 g; con la quantità che ho messo colora molto leggermente, è una cosa quasi impercettibile.

Vi do comunque la ricetta, se vi piace l’effetto lucido e la sensazione di un gloss molto fluido sulle labbra, allora è perfetto per voi.

Ingredienti:

  • 3 g burro karitè;

  • 3 g burro cacao;

  • 1,5 g olio di cocco;

  • 1,5 g vitamina e;

  • 5 gocce aroma cocco liposolubile;

  • 0,3 g blush Neve Cosmetics.

Preparazione.

Pesate tutti gli ingredienti e versateli dentro un contenitore in vetro o in acciaio e scaldatelo a bagnomaria, finché gli ingredienti non si sciolgono completamente.

Fate attenzione a non far bollire l’acqua affinché gli ingredienti non perdano le loro proprietà.

Una volta sciolto tutto potete aggiungere sia l’aroma di cocco, sia il pigmento e mescolate bene affinché non si formino grumi.

Versate tutto nel vasetto e, voilà, il burrococcao colorato è servito.

ESPERIMENTO RIUSCITO.

L’ultimo esperimento che ho fatto è stato quello che mi ha permesso di ottenere il mio burro cacao preferito di tutti i tempi. È perfetto, rimane corposo e aderente sulle labbra, le idrata talmente bene che il volume delle labbra aumenta, le lucida come fosse un gloss, ma non è oleoso. Come sensazione sulle labbra mi ha ricordato quella del burro cacao dei Provenzali alle mandorle dolci, con la differenza che il mio ha un bellissimo profumo di arancia e vaniglia che è piaciuto anche al mio fidanzato! La consistenza è quella giusta per un burro cacao da vasetto e non da stick.

Veniamo alla ricetta.

Ingredienti:

  • 3 g olio di ricino;

  • 2 g burro di cacao;

  • 1 g tocoferolo;

  • 1 g cera d’api;

  • 5 gocce olio essenziale arancio dolce;

  • 5 gocce aroma alimentare vaniglia.

burrocacao fai da te

Preparazione.

Pesate tutti gli ingredienti (tranne il tocoferolo, l’olio essenziale e l’aroma di vaniglia) e versateli dentro un contenitore in vetro o in acciaio e scaldatelo a bagnomaria, finché gli ingredienti non si sciolgono completamente.

burrocacao fai da te

burrocacao naturale

burrocacao naturale

burrocacao naturale

Fate attenzione a non far bollire l’acqua affinché gli ingredienti non perdano le loro proprietà.

burrocacao fai da te

burrocacao fai da te

burrocacao fai da te

Una volta sciolto tutto potete aggiungere sia l’aroma di vaniglia sia l’olio essenziale di arancio dolce e mescolate bene affinché non si formino grumi.

burrocacao fai da te

burrocacao fai da te

burrocacao naturale

Versate tutto nel vasetto, lasciate sfreddare fuori dal frigo e poi riponetelo in frigo per qualche ora e, voilà, il burroTox (burro cacao effetto botox) è servito.

burrocacao naturale

burrocacao naturale

Come potete vedere questa ricetta non prevede l’uso del burro di karitè, che a contatto col calore delle labbra si scioglie e unge tantissimo. Non ho usato nemmeno oli leggeri né medi che tendono a risalire in superficie ungendo e non idratando affatto le labbra. Ho usato solo oli pesanti, come l’olio di ricino e il tocoferolo, che idratano tantissimo senza ungere. L’olio di ricino dona l’effetto lucido e fa si che il burro cacao aderisca sulle labbra. Il tocoferolo invece evita che il prodotto irrancidisca e ne aumenta la durata.

L’olio essenziale di arancio dolce è un olio gradevole sulle labbra perché non è amaro come la maggior parte degli oli essenziali.

Dunque, riepilogando, se volete un burro cacao in stick la ricetta che dovete seguire è la numero 2, mentre se volete un bellissimo burro cacao in vasetto vi consiglio di seguire la ricetta numero 4.

Inutile dire che questo burrocacao non ha nulla a che vedere con certe schifezze in commercio piene zeppe di paraffina che poi inevitabilmente ingeriamo!

Spero che vi piaccia e che proviate a farlo anche voi.

A presto

photos by Mauronster

I prodotti che vi consiglio:

Per chi volesse approfondire:

6 Comments

  1. Lucia

    Ciao Roberta, che post carino!
    Una domanda: dove posso trovare gli stick di cui parli nel punto due? Hai una foto per i contenitori da suggerire?

    Grazie in anticipo e complimenti per il blog!

    • robititta

      Ciao Lucia!
      Grazie 1000 per i complimenti =)
      Gli stick li puoi riciclare, lavando bene dei vecchi stick di rossetti o burro cacao, facendo attenzione a non commettere i miei stessi errori!
      Oppure puoi comprarli nuovi nei siti di materie prime, come ad esempio aroma-zone (costano 40 centesimi l’uno) oppure su aliexpress, anche se dovrai aspettare un bel po visto che vengono dalla Cina.
      Spero di esserti stata utile e, se hai qualche altro dubbio, chiedi pure!
      Roberta

  2. Ciao,

    vorrei chiederti due cose:
    ho le labbra MOLTO secche, tendenti all’herpes solo se si disidratano. Non ho mai trovato un burrocacao che le idrati abbastanza. Le mie labbra sono molto carnose, tendo morderle e a togliere le pellicine con denti o le dita (per questo ho già fatto lo scrub tipo della Lush).
    Ho bisogno di sapere quale mi consigli e se si può sostituire la cera d’api con una cera vegana (se sì, quale?)

    Grazie!

    • robititta

      Ciao Marty, grazie per avermi scritto, sei nel posto giusto! Per prima cosa ti chiederei di non morderti le labbra, questo gesto contribuisce a creare piccole lesioni che poi alla lunga le rovinano! Puoi provare a creare tu uno scrub semplicissimo e molto economico con ingredienti che sicuramente avrai già in casa: zucchero e miele. Lo massaggi sulle labbra con le dita e poi lo lavi via con l’acqua. E’ un rimedio molto efficace e veloce. La cera d’api è quella che ha una maggiore adesione sulle labbra, però potresti sostituirla con la cera candelilla, che ha una temperatura di fusione simile a quella della cera d’api. Spero di esserti stata utile, fammi sapere!

  3. romina

    Come mi ispira la tua ricetta del burrocacao che profuma di arancia e vaniglia!!! Io ho sempre le labbra screpolate nella stagione invernale e ogni tanto sperimento qualche burrocacao fai da te. Ho già preso il tocoferolo su sorgentenatura, appena mi arriva mi metto all’opera. Ti farò sapere il risultato. Grazie mille e a presto

    • robititta

      Ciao Romina, ti capisco molto bene, anch’io in inverno ho la tendenza ad avere le labbra secche e se non uso burrocacao si spaccano e fanno malissimo. Fammi sapere appena sperimenti con il tocoferolo. A presto

Rispondi a robititta Annulla risposta

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.